Cos’è la Normodinamica

La normodinamica, termine che allude alle dinamiche della vita ordinaria come terreno e combustibile del processo evolutivo, è il metodo teorico-pratico ideato da Paolo Menghi, che intende la normalità come piena realizzazione delle potenzialità umane

L’insegnamento di Paolo Menghi nasce con l’intento di aiutare l’essere umano ad aprirsi all’esistenza e a risvegliarsi dall’identificazione ipnotica con un io ristretto.
Il suo metodo si fonda sulla meditazione quale strumento di consapevolezza utile a modificare i propri automatismi e a entrare in un contatto profondo con aree e istanze personali nascoste o ignorate, nel quale possa “riemergere l’inconscio”.
E’ un approccio psicofisico che riattualizza l’essenza della pratica meditativa senza rinunciare ai principi della moderna psicoterapia, per consentire di apprendere ad osservare in modo neutrale gli stati emotivi che emergono al proprio interno e la realtà che si manifesta al di fuori di sé, avviando così un processo di espansione della coscienza che genera intensità e ampiezza.

La normodinamica si avvale di tecniche di yoga, arti marziali, espressione e manipolazione corporea, ma affronta anche lo studio e l’esplorazione della propria storia personale in una prospettiva sistemico-relazionale, per poi cercarne una rielaborazione creativa e artistica. 

E’ stata ideata per favorire durante tutto l’arco vitale un apprendimento che si basi sull’essere e non solo sul sapere e sul saper fare. Un lavoro su materia, energia e psiche in una prospettiva evolutiva.

I principali strumenti di lavoro della Normodinamica sono:

  • lo Yoga Evolutivo, una sintesi di discipline orientali e occidentali antiche e moderne, che comprende al suo interno tre discipline, Ekatva Yana la via dell’Integrazione nell’unità, Vairagya Yana la via del contatto e del distacco, Tejas Yana la via della lama affilata;
  • la Meditazione Relazionale che si occupa dello studio dell’individuo e dei sistemi in cui egli vive, allo scopo di raggiungere e mantenere uno stato di concentrazione ampia ed intensa su se stessi durante la relazione con l’altro.


Per approfondire leggere anche Sulla normodinamica